Elettronica e tecnologia

Le caratteristiche e i vantaggi di un antifurto wireless


Il ricorso a una porta blindata è una delle soluzioni che possono essere prese in considerazione da chi ha intenzione di incrementare il livello di sicurezza della propria casa o di qualsiasi altro edificio, come per esempio uno studio professionale, un negozio o un ufficio. Essa, però, da sola non è certo sufficiente per scongiurare le intrusioni di eventuali malintenzionati, soprattutto nel caso in cui essi siano ben attrezzati dal punto di vista tecnologico. Per tale motivo, è sempre utile prendere in considerazione l'ipotesi di comprare un impianto di allarme, magari senza fili: i sistemi wireless non solo aumentano la protezione di qualsiasi ambiente in cui vengano installati, ma si rivelano più che convenienti sul piano economico, dal momento che non richiedono alcun lavoro di muratura per essere posati e funzionare. 

Perché gli antifurti senza fili sono convenienti

Chi sceglie di informarsi sul web per scoprire pregi e difetti degli allarmi wireless potrebbe essere spaventato da alcuni commenti che si leggono su forum e blog in cui si avanzano dubbi a proposito del reale grado di affidabilità che contraddistingue dispositivi di questo tipo. A differenza di ciò che viene lasciato intendere, comunque, con un allarme casa senza fili non esiste il rischio che la trasmissione dei dati tra l'antifurto e un telefono cellulare possa essere interrotta, dal momento che essi viaggiano attraverso le onde radio. Con un antifurto cablato, i ladri avrebbero vita facile nel tagliare i fili e mettere ko tutto l'impianto: un pericolo che viene scongiurato nel caso del wireless. 

Che differenza c'è tra un impianto cablato e un impianto wireless?

La vera differenza tra un sistema di allarme senza fili e uno cablato, in ogni caso, deve essere individuata nelle procedure di installazione che vengono seguite. Con un antifurto classico, infatti, non è possibile evitare le opere di muratura, che si rendono necessarie per l'installazione della cabina di cablaggio. Tale accorgimento non è richiesto con un impianto wireless, per il quale comunque devono essere studiati degli accorgimenti ad hoc finalizzati a prevenire i possibili disturbi del segnale. A tal proposito, una delle soluzioni che possono essere valutate è l'anti-jamming, che permette alle componenti dell'impianto di comunicare le une con le altre senza controindicazioni. 

Prevenire i rischi

La prevenzione dei rischi è alle base del modus operandi dei produttori di antifurti wireless, che a tale scopo ricorrono alla doppia frequenza così da evitare disagi che potrebbero essere causati da una eventuale saturazione. Insomma, gli allarmi senza fili sono del tutto affidabili e rappresentano una garanzia per chiunque li installi: ciò vale tanto per le abitazioni private quanto per qualsiasi altro contesto, come per esempio un negozio di abbigliamento, un bar, una gioielleria, la sede di un circolo ricreativo, e così via.

I costi

L'aspetto economico è, ovviamente, molto importante per chiunque decida di ricorrere a un antifurto. I sistemi wireless sono meno dispendiosi rispetto a quelli cablati, proprio per la motivazione vista in precedenza, e cioè l'assenza di lavori di muratura. Questo non vuol dire che puntare sul massimo risparmio sia sempre la strategia più appropriata: anzi, a ben vedere è consigliabile diffidere delle offerte che appaiono sin troppo vantaggiose. Per poter essere di qualità, un antifurto deve avere un costo: quando vengono proposti modelli che sembrano quasi regalati è meglio drizzare le antenne poiché è molto probabile che ci sia sotto qualcosa che non va. Ecco perché è indispensabile scegliere con la massima attenzione il rivenditore a cui si decide di rivolgersi: occorre affidarsi unicamente a professionisti del settore e a marchi riconosciuti. Passando alle cifre, se si è fortunati ci si può imbattere in un impianto di allarme wifi proposto a un prezzo attorno ai 500 euro: un investimento per la sicurezza del proprio patrimoni, ma soprattutto dei propri cari. Per di più, per i costi sostenuti per l'acquisto di un sistema antifurto si può usufruire di apposite agevolazioni fiscali per una detrazione che è pari al 50% della spesa sostenuta; l'importante è eseguire i pagamenti attraverso i cosiddetti bonifici parlanti e tenere conto dei dati dei rivenditori e dei professionisti a cui ci si rivolge.

La sicurezza del wireless

Come si è detto, è lecito mettere da parte tutti i dubbi che riguardano la sicurezza e l'affidabilità degli impianti wireless, che oramai sono dotati di sistemi che permettono di prevenire qualsiasi tentativo di sabotaggio: l'anti-jamming consente la comunicazione su frequenze diverse, ed elimina ogni rischio. Tutte le centraline, inoltre, sono dotate di una protezione contro gli strappi; lo stesso dicasi per le telecamere e per i sensori, che vantano dispositivi che segnalano eventuali tentativi di manomissione o di apertura. Le batterie a lunga durata che alimentano i componenti di tali sistemi sono concepite per garantire prestazioni al top per due anni di seguito, anche se naturalmente è sempre consigliabile sottoporle a controlli regolari al fine di accertare il loro livello di carica.

Tecnologia all'avanguardia

In un contesto come quello attuale in cui la tecnologia compie passi da gigante in ogni ambito, il settore degli antifurti non può esserne esente: ecco, quindi, che sono numerose le soluzioni all'avanguardia che vengono progettate e adottate per migliorare la loro funzionalità. Per esempio, i sensori e le telecamere di videosorveglianza in alcuni casi possono essere alimentati con dei pannelli fotovoltaici integrati, i quali a loro volta possono essere ricaricati con delle batterie agli ioni di litio. Anche in questo campo, dunque, la ricerca si concentra sull'identificazione e sulla messa a punto di soluzioni che permettano di ridurre il più possibile i consumi, sia in un'ottica etica ed ecologica di rispetto dell'ambiente, sia in una prospettiva più prettamente economica improntata al risparmio. Anche se - è bene ribadirlo ancora una volta - quando si tratta della sicurezza del luogo in cui si vive o del luogo in cui si lavora, puntare unicamente sul risparmio non è mai una decisione saggia.