Connect
To Top

Come aprire un negozio di fiori

Quando pensi a un negozio di fiori non deve venirti in mente la nonnina con la sua piccola bottega che li vende a buon mercato, ma un’attività commerciale moderna e ricercata che sappia andare in contro alle varie esigenze dei potenziali clienti.

Per aprire un negozio di fiori bisogna prima di tutto avere una grande passione per il settore, spirito d’iniziativa e creatività per poter offrire qualcosa ai tuoi clienti che tu e pochi altri offrite.

La crisi economica ha spinto molte attività alla chiusura, ma i dati che forniscono informazioni sul mercato di lusso sono incoraggianti, perché mostrano una branca di mercato che è addirittura in crescita. Questo vuol dire che chi ha la possibilità non rinuncia a fare il sempre apprezzato e tradizionale omaggio floreale. Le occasioni sono sempre tante: matrimoni, anniversari, compleanni e chiaramente, funerali, in ogni caso, esiste almeno una ragione quotidiana per la quale qualcuno ha bisogno di fiori per addobbare e abbellire luoghi e fare regali.

Probabilmente sei capitato qui perché stai pensando di aprire un negozio di fiori e se è la tua vera passione, sei sulla buona strada per trasformarlo in un business di successo. Tutto dipende dalla tua creatività, unico ingrediente segreto che è la chiave per arricchire le tue conoscenze di partenza.

So che hai molti dubbi e per rispondere alla maggior parte di questi, suddivido questo articolo in domande, le più comuni, alle quali ovviamente rispondo. Per aprire un negozio di fiori di successo, devi porti almeno le seguenti domande.

Perché aprire un negozio di fiori

La passione non basta a giustificare l’avvio di un’attività commerciale, ma può esserlo l’aspettativa di un guadagno. Aggiungi il fatto che i prodotti che tratta un negozio di fiori hanno un alto ricarico sui quali il margine di guadagno è piuttosto alto. Quella che un po’ manca è la quantità e la costanza delle vendite, ma per questo devi essere bravo a inventarti qualcosa per attirare la clientela.

Come aprire un negozio di fiori

Non è difficile aprire un negozio di fiori ed escludendo le spese per il locale, che variano in base alla sua dimensione e posizione, i costi per la fornitura non sono proibitivi.

Dipende anche dalle ”idee” che vuoi realizzare. Queste possono incidere sulla spesa complessiva.

Cosa serve per aprire un negozio di fiori

Aprire un negozio di fiori non richiede l’acquisto di attrezzature particolari, tranne che non si tratti di un vivaio o di una coltivazione.

Se intendi avviare una “semplice” attività di vendita di prodotto finito e pronto al commercio, basta munirti di un buon paio di cesoie da giardino per tagliare i gambi.

Non deve mai mancare acqua a volontà, il giusto sistema di ventilazione per allungare la vita di piante e fiori nel tuo negozio, i giusti supporti per vasi, il bancone, il registratore di cassa e possibilmente una vetrina o uno spazio all’esterno per esporre un po’ della merce.

Quali sono i costi per aprire un negozio di fiori

Arriviamo al punto più importante: con 10 mila euro in media puoi avviare una semplice fioriera, un piccolo spazio commerciale dove la vendita è limitata a fiori e piante.

Quali requisiti bisogna avere e quali norme bisogna rispettare per aprire un negozio di fiori

Ovviamente si parla di legge, licenze e autorizzazioni. La licenza è obbligatoria se vuoi aprire un’attività che supera i 250 metri quadri in centri abitati da oltre 10.000 persone.

Devi presentare al tuo Comune la segnalazione d’inizio attività insieme ai documenti che attestano il possesso del locale.

Per la parte fiscale, devi registrati nel registro delle imprese della Camera di Commercio e aprire una partita Iva all’Inps.

Migliori idee per aprire un negozio di fiori

Le tue idee sono sicuramente brillanti, ma sappi che non sono uniche. C’è già chi ha avuto la tua idea, quindi non devi fare altro che imparare. Studia un po’ quello che c’è già intorno, cerca di capire quali di queste idee funzionano meglio e quali dovresti scartare. Una buona idea se non si vuole aprire un negozio fisico è quello di optare per un e-commerce. Sono tanti i siti che oggi vendono fiori online. Il tutto sta nello scegliere la giusta nicchia, come ad esempio Fiori.Aluisi.it, specializzato in rose stabilizzate.

Dove aprire un negozio di fiori

Il “dove” dipende molto dalla cosa. Se vuoi aprire un negozio di vendita di piante e fiori o un chiosco, devi cercare un locale esposto a un grande flusso di potenziali clienti o luoghi dove normalmente ci si reca con dei fiori: ospedali, chiese, cimiteri, ecc.

Sogni in grande e il tuo target di clientela sono professionisti e aziende? Devi trovare un locale di grandi dimensioni, magari un capannone nei pressi di una grande città, meglio se facilmente raggiungibile.

Come fare pubblicità a un negozio di fiori

Per il tuo piccolo chiosco o negozio in genere basta la presenza, il modo in cui tratti i clienti, la visibilità del locale. Al resto ci penserà la clientela e il passaparola.

Per attività più grandi o più impegnative ti consiglio di farti conoscere in modi diversi: distribuzione di volantini, campagne pubblicitarie su internet anche tramite pagine sui social network e anche offerte speciali che spingono il cliente a tornare da te.

Quanto si guadagna con un negozio di fiori

Non sempre vale il detto ”più grande è meglio”. Una grande attività può fruttare guadagni interessanti sul lungo periodo, ma l’investimento iniziale da affrontare è maggiore e prima di cominciare a guadagnare veramente, si deve recuperare la somma investita.

Un piccolo chiosco o una bottega, se sono piazzati nel punto giusto, possono portare dei bei guadagni in tempi più brevi e con una spesa iniziale inferiore, ma è chiaro che non puoi avere una clientela composta da aziende o professionisti.

More in Business