Materiali e forniture per l'edilizia

Appartamenti di lusso: le disposizioni in merito a Imu e prima casa


La normativa attualmente vigente in materia diimmobili di lusso, e cio quella che fa riferimento al Decreto Ministeriale n.2 del 1969, stabilisce che il pagamento dellImu sulla prima casa dovuto solo se questultima considerata di lusso. Successive disposizioni hanno stabilito che, per rientrare tra gli immobili di lusso, un appartamento deve essere iscritto allecategorie catastali A1, A8 o A9(quelle che delineano le case signorili, le ville o i castelli. Lunica eccezione riguarda le villette che appartengono alla categoria catastale A7, che pur essendo di lusso non sono soggette al pagamento dellImu.

Navigando sul web possibile cliccare sulla paginahttps://www.italy-sothebysrealty.com/it/s/vendita/residenziale.aspxe trovare una carrellata di alcuni tra i migliori immobili di lusso sul mercato. Uno spunto certamente interessante per chi desidera acquistare o prendere in affitto questo genere di beni.

Ma in questo articolo vogliamo concentrarci sul pagamento dellImu e su tutto ci che c da sapere a tal proposito.

Imu e relative pertinenze: capiamone qualcosa in pi

Secondo le recenti disposizioni normative, pi che di prima casa (come comunemente viene definito limmobile sottoposto a pagamento Imu) bisognerebbe parlare di unit abitativa iscritta al catasto edilizio in cui una famiglia risiede anagraficamente.

Ma cosa succede se dimora e residenza di una famiglia non dovessero coincidere?

Nel caso in cui le persone di uno stesso nucleo familiare abbiano dimora e residenza in immobili diversi allinterno dello stesso Comune, lesenzione sullImu pu avvenire solo su un immobile.

A questo punto c da capire cosa si intende perpertinenze relativeallabitazione principale.

Si tratta di singole unit di un appartamento che rientrano nelle categorie catastaliC2, C6 e C7, e che fanno parte a tutti gli effetti dellappartamento stesso. Cosa comporta questo ai fini dellImu?

Anche in questo caso pu essere esclusa dal pagamento dellImu una sola pertinenza per ognuna delle categorie catastali.

Le pertinenze a cui abbiamo fatto riferimento delineano le seguenti unit:

La categoria C2 indica magazzini, soffitte e cantine

La categoria C6 indica autorimesse e posti macchina in garage

LA categoria C7 indica le tettoie, sia chiuse che aperte

Quindi nel caso in cui si dovesse possedere una casa con un box auto e una cantina, entrambe saranno esentate dal pagamento Imu sulla prima casa, ma se si possiede un appartamento ad esempio con due cantine o due magazzini, solo uno di essi avr diritto allesenzione.

I casi di esenzione del pagamento Imu

Abbiamo detto che lImu si paga su determinate unit abitative che rientrano in precise categorie catastali, nello specifico le categorie A1, A8 e A9.

Ma quali sono i casi di esenzione dal pagamento? E Cosa indicano le altre categorie?

Ecco la lista delle categorie per le quali non previsto il pagamento di questa tassa.

ConA2 si indicano e abitazioni civili, conA3 quelle di tipo economico, con A4 quelle popolari, con A5 quelle ultrapopolari, con A6 quelle rurali e con A7 quelle nei villini.

Il caso della categoria A7 piuttosto singolare, poich oltre allesenzione dellImu fa registrare anche lesenzione dalla Tasi qualora risulti come prima casa.

Sconti e riduzioni sullImu

Gi a partire dallo scorso hanno la legge ha previsto unariduzione del 50% dellImu in caso di concessione in comodatoa uso gratuito tra genitori e figli. Tale agevolazione valida solo ad alcune condizioni, e cio:

-depositare regolarmente il contratto presso lAgenzie delle Entrate

-presentare la dichiarazioni Imu 2018

-colui che concede limmobile in comodato deve possederne uno solo sul territorio nazionale e deve risiedere nelle stesso comune in cui ha concesso limmobile in comodato

-oltre allimmobile concesso in comodato, il comodante deve possedere un altro immobile nello stesso comune che costituisca anche la propria residenza e che non rientri nelle categorie catastali A1, A8 e A9.