Materiali e forniture per l'edilizia

I traslochi a Torino e la burocrazia


I traslochi a Torino sono allordine del giorno, visto che nella citt che pulsa sotto la Mole Antonelliana arrivano giovani da tutta Italia per studiare ingegneria al celeberrimo Politecnico, ma non solo, anche tanti tecnici esperti vogliono sfruttare tutte le condizioni favorevoli di lavoro e di avanzamento professionale nelle enormi ditte che si trovano nel capoluogo piemontese. Per non parlare poi degli abitanti stessi che effettuano traslochi a Torino per spostarsi da un quartiere ad un altro o che decidono di andare a vivere in periferia. Anche a Torino, come nelle altre grandi citt italiane, i traslochi presumono due tipi di problemi: problemi di natura logistica, derivanti dal valore relativo al passato di molti edifici che non possono assolutamente venire lesionati e che quindi esigono speciale attenzione e problemi derivanti dalla burocrazia per lottenimento dei permessi occorrenti per effettuare i traslochi a Torino.

Nel capoluogo piemontese il permesso per loccupazione del suolo pubblico per i traslochi a Torino si deve richiedere al Corpo di Polizia Municipale in carta da bollo, almeno 4 o 5 giorni prima della data delleffettivo trasloco: alla richiesta del permesso bisogna allegare le dimensioni della superficie da occupare nei traslochi a Torino, il periodo di tempo delloccupazione stessa e naturalmente la ricevuta di versamento del canone prestabilito. La richiesta pu essere presentata sia da chi deve effettuare il trasferimento o dalla ditta di traslochi a Torino incaricata. La richiesta del permesso di occupazione del suolo pubblico solo unincombenza da espletare purtroppo: quando si cambia residenza gli enti da avvisare sono tanti e la burocrazia in questo caso pu diventare un incubo.

Daltronde sono tutte incombenze obbligatorie per fare i traslochi a Torino, quindi bisogna armarsi di tanta pazienza e cominciare ad avvisare gli enti preposti a questi servizi: acqua; anagrafe; gas; luce; medico; spazzatura; tasse, telefono. Cominciamo dallultima che la pi semplice e si pu fare anche per telefono: per velocizzare tutto infatti, la disdetta della linea fissa o il trasloco della linea stessa si possono fare chiamando unoperatrice per telefono. Per le altre incombenze invece bisogna recarsi di persona negli uffici preposti che per cambiano da regione a regione e anche da citt a citt. Per quanto riguarda il servizio postale invece, con pochi euro si pu avere un servizio, chiamato Seguimi, grazie al quale si pu far arrivare tutta la posta al nuovo indirizzo: il servizio Seguimi ha una durata di 3 mesi, rinnovabile per altri 3.